arredamento per la casa

CERCA NEL BLOG

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

Pubblicato il 10 aprile 2019

, da Francesco Ambrosino


Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

La legge di bilancio ha prorogato il bonus mobili anche per il 2019. Vediamo insieme in cosa consiste, quali prodotti rientrano nell'agevolazione e come richiederla.

Condividi su

Se stai pensando di acquistare nuovi mobili per arredare la tua casa, magari in vista di una ristrutturazione, potrebbe tornarti utile approfondire il tema del bonus mobili 2019.

Sì, perché da qualche anno nel nostro Paese sono previsti degli incentivi, bonus e sgravi fiscali che riguardano le ristrutturazioni di immobili, l'ammodernamento in termini energetici e, non ultimo, l'acquisto di nuovi mobili.

Se hai recentemente ristrutturato un immobile e hai bisogno di ispirazioni e consigli per l’acquisto di mobili, sul nostro blog trovi tanti articoli utili per arredare la casa.

La legge di bilancio del 2018 ha approvato la proroga del bonus mobili anche per il 2019.

Vediamo insieme come funziona e come richiederla.

Bonus mobili 2019: di cosa si tratta

Come accennato prima, nell'ultima legge di bilancio è prevista una proroga del bonus mobili per l'anno 2019.

Ma in cosa consiste il bonus mobili?

Come si può leggere sul sito dell'Agenzia delle Entrate, ecco cosa si può detrarre con il bonus mobili ed elettrodomestici (1. Detrazione):

Si può usufruire di una detrazione IRPEF del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

L'agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettuano nel 2019, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2018.

Per gli acquisti effettuati nel 2018, invece, è possibile fruire della detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2017.

Come ottenere il bonus
La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche).

Cosa vuol dire?

Questa definizione ci fornisce alcune informazioni essenziali:

  1. Che il bonus mobili è una detrazione fiscale, quindi non una forma di sostegno al reddito o simili, come accade per altri bonus e agevolazioni;

  2. Che non si applica solo all'acquisto di mobili, ma anche di elettrodomestici dotati di classe energetica elevata;

  3. Che si applica solo all'acquisto di mobili ed elettrodomestici che interessano immobili in fase di ristrutturazione, quindi in presenza di lavori comunicati agli enti preposti al controllo e/o tramite dichiarazione sostitutiva.

Ma andiamo oltre, e approfondiamo le altre informazioni essenziali di cui hai bisogno.

Bonus mobili 2019: come funziona

Il bonus mobili è, come specificato, una detrazione fiscale dell'Irpef, che va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Laddove il soggetto effettui lavori di ristrutturazione su più immobili di sua proprietà, avrà diritto ad un bonus mobili per ognuno di essi (10.000 euro per ogni immobile oggetto di ristrutturazione edilizia).

I mobili e gli elettrodomestici destinati all'immobile in ristrutturazione devono essere stati acquistati successivamente alla data di inizio dei lavori, e debitamente documentati con fatture e/o scontrini fiscali, entro il 31 dicembre 2019.

Bonus mobili 2019: quali prodotti possono usufruire dell'agevolazione

Quando si parla di elettrodomestici di classe energetica a partire dalla classe energetica A+ (A per i forni) è facile capire quali sono i prodotti che rientrano nel bonus, ma con il termine mobili si fa un po' più fatica, perché è una categoria molto più ampia e variegata.

Anche in questo caso ci viene in soccorso l'Agenzia delle entrate, specificando che rientrano tra i mobili agevolabili:

  • letti;

  • armadi;

  • cassettiere;

  • librerie;

  • scrivanie;

  • tavoli;

  • sedie;

  • comodini;

  • divani;

  • poltrone;

  • credenze;

  • materassi;

  • complementi d'arredo (solo mobili);

  • apparecchi di illuminazione.

Non rientrano nella lista dei prodotti agevolati:

  • complementi d'arredo (esclusi i mobili);

  • le tende;

  • gli infissi;

  • le porte;

  • la pavimentazione.

Bonus mobili 2019: quali documenti sono necessari

Ricapitolando, il bonus mobili può essere richiesto per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici effettuato entro il 31 dicembre 2019 e successivi all'inizio dei lavori di ristrutturazione che interessano l'immobile.

Si tratta di una detrazione fiscale dell'Irpef pari al 50%, fino ad un massimo di 10.000 euro di spesa.

I pagamenti devono essere effettuati solo ed esclusivamente in maniera tracciabile, quindi tramite:

  • Bonifico bancario;

  • Carta di credito o Carta di debito;

  • Addebito diretto sul conto corrente.

Non sono accettati i pagamenti in contanti e tramite assegno bancario.

È richiesta fattura e/o scontrino recante il codice fiscale dell'acquirente. L'intestatario deve essere la persona fisica proprietaria dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

In assenza di questi documenti non è possibile accedere al bonus mobili 2019.

Per approfondire l'argomento, ti invitiamo a consultare l'opuscolo informativo in PDF dell'Agenzia delle Entrate e la pagina dedicata che trovi qui.

Condividi su

Facebook
Autore
Ultimi Articoli
Francesco Ambrosino

Francesco Ambrosino

Blogger, Social Media Manager, Copywriter at Socialmediacoso.

Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging.
Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Le cuffie dell'iPhone sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.

Seguimi su

Profilo Facebook di Francesco Ambrosino Profilo Twitter di Francesco Ambrosino Francesco Ambrosino
Seguici sui Social

Ultimi Articoli

Stupisci i tuoi ospiti con una zona living in stile provenzale

Stupisci i tuoi ospiti con una zona living in stile provenzale

21 marzo 2020

Vuoi creare l'effetto Wow! e stupire i tuoi ospiti? Ecco alcuni consigli per arredare il living in stile provenzale. Il risultato è garantito!

Come arredare la camera da letto con meno di 1000 euro

Come arredare la camera da letto con meno di 1000 euro

22 novembre 2019

Se hai intenzione, o necessità, di arredare una camera da letto rientrando in un budget limitato, ecco alcune soluzioni per te.

Mobili bagno in stile urban chic: l'eleganza non ha confini

Mobili bagno in stile urban chic: l'eleganza non ha confini

20 giugno 2019

L'arredo bagno non deve solo essere pratico e funzionale, c'è spazio anche per lo stile e l'eleganza. Come? Puntando sullo stile urban chic.

Stile rustrial: l'industrial design incontra il gusto rustico

Stile rustrial: l'industrial design incontra il gusto rustico

9 maggio 2019

Il trend di interior design più cool del 2019? Lo stile rustrial! Scopriamo insieme questo stile di arredamento che unisce rustico e industrial.

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

10 aprile 2019

La legge di bilancio ha prorogato il bonus mobili anche per il 2019. Vediamo insieme in cosa consiste, quali prodotti rientrano nell'agevolazione e come richiederla.

Articoli Popolari

Rimuovere la muffa dai mobili in legno senza rovinarli

Rimuovere la muffa dai mobili in legno senza rovinarli

5 agosto 2018

Muffa e cattivo odore nei mobili? Vediamo insieme come procedere alla pulizia e alla rimozione della muffa dai tuoi mobili in legno.

Mobili in arte povera e colore delle pareti: come abbinarli

Mobili in arte povera e colore delle pareti: come abbinarli

2 gennaio 2017

La fase di scelta del colore delle pareti non può non dipendere dalla tipologia di mobili da te acquistati, o che intendi acquistare. Ecco alcune soluzioni per abbinarli nel modo migliore.

Pareti divisorie e porte in vetro per cucina e soggiorno

Pareti divisorie e porte in vetro per cucina e soggiorno

11 marzo 2017

Se vivi in una casa con soluzioni open space, puoi creare una divisione tra la cucina e il soggiorno utilizzando pareti divisorie porte in vetro. Vediamo come.

Come pulire le sedie in ecopelle

Come pulire le sedie in ecopelle

12 gennaio 2017

Le sedie in ecopelle sono belle, comode e facili da pulire. Non ci credi? Vediamo insieme come.

Come nascondere i cavi della tv (e non solo)

Come nascondere i cavi della tv (e non solo)

20 marzo 2017

La battaglia contro i cavi della TV sembra impervia e senza speranze, ma non devi arrenderti. Ecco qualche consiglio semplice e pratico per uscirne vittoriosi.