arredamento per la casa

CERCA NEL BLOG

Credenza in arte povera: 3 opzioni per te

Pubblicato il 31 ottobre 2016

, da Rita Fortunato


Credenza in arte povera: 3 opzioni per te

Con il suo stile intramontabile, la credenza in arte povera coniuga semplicità delle forme e calore del legno, e può ispirare vari stili d'arredo. Scopriamo quali.

Condividi su

In una casa dove il calore del legno accoglie mobili robusti, capaci di durare nel tempo ispirando sicurezza e praticità, non deve mancare una bella credenza in arte povera.

All'inizio potresti pensare che le caratteristiche di questo pezzo d'arredamento siano poco adattabili, ma non è così e in questo post ti mostreremo tre versioni dello stesso mobile declinato in tre modi diversi.

Scopriamoli insieme.

Credenza in arte povera: il fascino delle tradizioni

credenza arte povera il fascino delle tradizioniIl rispetto delle tradizioni non equivale a fissarsi su uno stile vecchio e monotematico, ma nel saper cogliere il meglio dal passato e valorizzarlo nel presente perché l'arte povera non è sinonimo di fuori moda.

In questo caso, una credenza in arte povera classica può adattarsi facilmente e fare da punto di contatto tra due tempi diversi, partendo dal tradizionale e pregiato noce scuro per arrivare a soluzioni estetiche moderne, funzionali, eleganti.

Se la credenza è provvista di quattro ante e quattro cassetti, allora sarà decisamente più comoda per riporre servizi di piatti e porcellane da usare per le occasioni speciali, posate e argenteria o anche oggetti di cartoleria e i libri di scuola dei ragazzi, documenti.

Tutto quello che si vuole conservare in un mobile robusto, capiente e bello da vedere.

Le linee sono semplicissime, ma i piedini a cipolla gli danno un tocco di sinuosità che alleggerisce la visione d'insieme.

Sono questi piccoli dettagli che rendono originale una credenza in arte povera ma, se ancora non ti basta, la puoi personalizzare con pomoli particolari o inserendo delle maniglie di ceramica, per dare un tocco di contrasto alle tradizionali tonalità scure del noce con il quale è stata costruita.

Punto di forza di una credenza in arte povera classica è quindi la sua capienza e versatilità e, se hai una bella casa grande, potrebbe star bene sia in cucina, sia in salotto. A te andrà il piacere di scegliere dove collocarla, per valorizzarla al massimo.

Credenza in arte povera: candido romanticismo provenzale

credenza in arte povera in stile provenzaleUna credenza in arte povera che segue lo stile provenzale ti farà scoprire un fascino romantico del quale non riuscirai a farne a meno.

La colorazione naturale del legno scompare sotto uno strato di vernice bianca, ma questo non diminuirà il senso di calore e intimità capace di ispirare con il suo stile delicato e aristocratico.

Le decorazioni a motivi floreali sembrano ricordare la campagna degli artisti francesi e poi, l'alzata può anche fungere da cristalleria per rendere ancora più prezioso l'arredamento di cucine e sale da pranzo.

Una credenza in stile provenzale non obbliga il bianco candido per ottenere quell'effetto romantico e vintage che tanto affascina. Sul mercato ne esistono di diversi colori o, volendo, puoi personalizzarla tu stesso, seguendo i semplici consigli elencati in un precedente articolo dedicato proprio a come personalizzare un mobile grezzo.

Credenza in arte povera: conclusione in grande stile con lo Shabby Chic

credenza shabby chicUltima versione ma non meno importante è la credenza in stile Shabby Chic la quale, ben volentieri, si adatta a reinterpretare in mille modi differenti mobili nati e costruiti secondo le caratteristiche dell'arte povera.

La cosa bella della comunione di queste due correnti artistiche è che sono estremamente moderne e originali, pur apparendo pezzi d'arredo old style.

Di credenze Shabby Chic ce n'è l'imbarazzo della scelta. Possono essere completamente bianche, con intarsi arzigogolati o geometriche lavorazioni in rilievo, in legno naturale o rivestite di colori pastello dalle tinte tenui e delicate o, ancora, possono giocare con i contrasti ottenuti con la tecnica del doppio colore.

Giocare con la fantasia e personalizzare sono possibilità che solo una credenza in arte povera può offrirti.

Se poi non credi di avere sufficiente manualità per adattare una credenza secondo i gusti e lo stile che contraddistingue la tua casa, puoi sempre avvalerti di un servizio personalizzato. E senza spendere una fortuna.

Che ne pensi? Quale delle tre opzioni di credenza in arte povera ti è piaciuta più?

Condividi su

Facebook
Autore
Ultimi Articoli
Rita Fortunato

Rita Fortunato

Blogger di ParoleOmbra.

Classe 1984, diploma in Grafica Pubblicitaria e Fotografia, laurea in Lettere. Blogger di ParoleOmbra, da sempre attratta dai libri e dall'arte della scrittura, passo il tempo a leggere e a scrivere e a rileggere e riscrivere. Qualsiasi cosa.

Seguimi su

Profilo Facebook di Rita Fortunato Profilo Twitter di Rita Fortunato Rita Fortunato
Seguici sui Social

Ultimi Articoli

Stupisci i tuoi ospiti con una zona living in stile provenzale

Stupisci i tuoi ospiti con una zona living in stile provenzale

21 marzo 2020

Vuoi creare l'effetto Wow! e stupire i tuoi ospiti? Ecco alcuni consigli per arredare il living in stile provenzale. Il risultato è garantito!

Come arredare la camera da letto con meno di 1000 euro

Come arredare la camera da letto con meno di 1000 euro

22 novembre 2019

Se hai intenzione, o necessità, di arredare una camera da letto rientrando in un budget limitato, ecco alcune soluzioni per te.

Mobili bagno in stile urban chic: l'eleganza non ha confini

Mobili bagno in stile urban chic: l'eleganza non ha confini

20 giugno 2019

L'arredo bagno non deve solo essere pratico e funzionale, c'è spazio anche per lo stile e l'eleganza. Come? Puntando sullo stile urban chic.

Stile rustrial: l'industrial design incontra il gusto rustico

Stile rustrial: l'industrial design incontra il gusto rustico

9 maggio 2019

Il trend di interior design più cool del 2019? Lo stile rustrial! Scopriamo insieme questo stile di arredamento che unisce rustico e industrial.

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

10 aprile 2019

La legge di bilancio ha prorogato il bonus mobili anche per il 2019. Vediamo insieme in cosa consiste, quali prodotti rientrano nell'agevolazione e come richiederla.

Articoli Popolari

Rimuovere la muffa dai mobili in legno senza rovinarli

Rimuovere la muffa dai mobili in legno senza rovinarli

5 agosto 2018

Muffa e cattivo odore nei mobili? Vediamo insieme come procedere alla pulizia e alla rimozione della muffa dai tuoi mobili in legno.

Mobili in arte povera e colore delle pareti: come abbinarli

Mobili in arte povera e colore delle pareti: come abbinarli

2 gennaio 2017

La fase di scelta del colore delle pareti non può non dipendere dalla tipologia di mobili da te acquistati, o che intendi acquistare. Ecco alcune soluzioni per abbinarli nel modo migliore.

Pareti divisorie e porte in vetro per cucina e soggiorno

Pareti divisorie e porte in vetro per cucina e soggiorno

11 marzo 2017

Se vivi in una casa con soluzioni open space, puoi creare una divisione tra la cucina e il soggiorno utilizzando pareti divisorie porte in vetro. Vediamo come.

Come pulire le sedie in ecopelle

Come pulire le sedie in ecopelle

12 gennaio 2017

Le sedie in ecopelle sono belle, comode e facili da pulire. Non ci credi? Vediamo insieme come.

Come nascondere i cavi della tv (e non solo)

Come nascondere i cavi della tv (e non solo)

20 marzo 2017

La battaglia contro i cavi della TV sembra impervia e senza speranze, ma non devi arrenderti. Ecco qualche consiglio semplice e pratico per uscirne vittoriosi.