arredamento per la casa

CERCA NEL BLOG

Cos'è l'arredamento wabi sabi

Pubblicato il 22 ottobre 2018

, da Francesco Ambrosino


Cos'è l'arredamento wabi sabi

Hai mai sentito parlare dell'arredamento wabi sabi? No? Eppure è il trend più diffuso del 2018! Scopriamolo insieme.

Condividi su

Nel 2017 l'interior design ha visto l'esplosione e la diffusione dello stile hygge, un trend scandinavo basato sulla semplicità e sulla leggerezza, con la convinzione che un certo approccio all'arredamento avrebbe avuto ricadute positive sull'umore delle persone.

Il minimalismo dello stile hygge ha preso piede nel corso dello scorso anno, fondendosi a stili più tradizionali, reinventandoli.

È il caso dello stile di arredamento giapponese, che ha subito un'evoluzione molto interessante, generando un trend molto apprezzato dai designer oggi: stiamo parlando dell'arredamento wabi sabi.

L'arredamento Wabi Sabi presenta alcune caratteristiche davvero interessanti. Scopriamole insieme.

Cos'è il wabi sabi?

stile d'arredo giapponese wabi sabi

Wabi sabi è una filosofia giapponese che esiste dal XV secolo, nata come reazione ai trend dominanti del tempo, che si basavano molto sull'abuso di ornamenti, sull'abbondanza e sull'uso di materiali rari.

In diretto contrasto, il wabi sabi è tutto incentrato sul trovare la bellezza nell'imperfezione, sul rapporto simbiotico con la natura, la terra, i piaceri semplici della vita, quelli che l'epoca moderna ha mortificato e umiliato, e non solo in Occidente.

Alla base di questo stile di arredamento c'è l'importanza dell'autenticità, della ricerca della verità, che si ottiene operando una sottrazione cospicua, eliminando il superfluo.

Volendo, potremmo dire che il wabi sabi è più uno stile di vita che uno stile di arredamento, che trova poi espressione nel design.

Per certi versi, si lega al più noto feng shui, secondo il quale la disposizione e la composizione dei mobili potevano influenzare e condizionare il benessere psico-fisico delle persone.

Anche in questo caso, come nel feng shui, applicare i precetti di questo nuovo trend vuol dire abbracciare una filosofia di vita, accettando le cose come sono senza riempirle di orpelli per rendere all'apparenza migliori.

Insomma, non è mettendo la polvere sotto il tappeto che si pulisce casa.

Arredamento wabi sabi: l'importanza dei materiali naturali

complementi naturali

Poiché una grande parte del wabi-sabi riguarda il legame con la terra, non sorprende che questa tendenza del design degli interni si basi sull'utilizzo di materiali naturali.

Attenzione: non devi limitarti a valutare quali mobili e complementi d'arredo naturali inserire in casa. Devi pensare in modo più ampio, organico.

Questo vuol dire che è possibile abbinare questi materiali a mobili del tuo stile preferito, anche se alcuni si prestano di più rispetto ad altri; in effetti, lo shabby chic e l'industrial design offrono più possibilità.

Come procedere?

Beh, devi cercare di individuare quale elemento naturale e imperfetto possa sposarsi bene con il look di casa tua.

Se preferisci uno stile più minimale, nordico, potresti inserire mobili o complementi di legno chiaro, magari grezzo.

Se, invece, ami lo stile mediterraneo, più caldo e ricco, potresti inserire qualche elemento in terracotta.

Qualunque sia il materiale che usi, ricordati che l'autenticità è la chiave.

Cosa vuol dire?

Che devi trovare elementi d'arredo non di derivazione industriale, magari oggetti fintamente vintage o creati con materiali moderni.

Devi puntare su negozi specializzati, mercatini delle pulci, mercatini dell'artigianato, ebay e simili.

La ricerca è un elemento fondamentale per realizzare un vero arredamento wabi sabi.

Arredamento wabi sabi: punta sulla semplicità

complementi d’arredo wabi sabi

Come accennato prima, con il wabi-sabi la semplicità è la chiave, lasciando però che gli elementi "imperfetti" inseriti nell'arredamento emergano, risultando centrali nell'economia generale della casa.

Insomma, l'anima wabi sabi deve rappresentare il punto focale, questo vuol dire che dovrai ripensare - o pensare - all'arredamento in funzione dei principi che lo animano.

Rimuovi tutto il superfluo, puntando solo su oggetti e accessori semplici, inserendo però anche un po' di "vita", quindi qualche pianta d'appartamento che renda il tutto più naturale e fresco.

Arredamento wabi sabi: abbraccia le imperfezioni

arredamento imperfetto con il wabi sabi

L'ultimo consiglio che vogliamo fornirti è anche il più importante. Per creare un arredamento wabi sabi dovrai abbracciare - e creare volutamente - le imperfezioni.

Quindi, non andare alla ricerca della sedia che si abbina alla perfezione al tavolo della sala da pranzo, o la specchiera perfetta per l'ingresso.

Metti da parte il tuo naturale istinto, così come le proposte del mercato, e rivoluziona la tua idea di casa.

Prendi sedie diverse, per colore e struttura, e abbinale senza soluzione di continuità al tavolo. Fondi gli stili senza preoccuparti di ciò che sarebbe più appropriato.

Nella soffitta dei tuoi genitori hai trovato un vecchio vassoio decorato ormai consunto? Perfetto, prendilo e portalo in casa.

Certo, non dovrai creare un ambiente caotico, dove tutto trova posto ma nulla è al suo posto.

Devi sempre lavorare per garantire l'armonia generale, nel rispetto però dei principi base del wabi sabi: semplicità, naturalezza, imperfezione.

Conclusioni

Chi l'avrebbe mai detto che una filosofia giapponese del XV secolo potesse ispirare il trend d'arredamento del 2018, eppure è successo.

L'interior design affonda le radici nella storia e nella cultura dei luoghi, cercando di reinventarli, donandogli freschezza e contemporaneità.

Lo stile wabi sabi è esattamente questo: il passato che racconta il presente, e viceversa.

Cosa ne pensi dell’arredamento Wabi-sabi? È qualcosa che potresti considerare di provare nei tuoi interni? Scrivi la tua opinione nei commenti.

Condividi su

Facebook
Autore
Ultimi Articoli
Francesco Ambrosino

Francesco Ambrosino

Blogger, Social Media Manager, Copywriter at Socialmediacoso.

Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging.
Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Le cuffie dell'iPhone sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.

Seguimi su

Profilo Facebook di Francesco Ambrosino Profilo Twitter di Francesco Ambrosino Francesco Ambrosino
Seguici sui Social

Ultimi Articoli

Stupisci i tuoi ospiti con una zona living in stile provenzale

Stupisci i tuoi ospiti con una zona living in stile provenzale

21 marzo 2020

Vuoi creare l'effetto Wow! e stupire i tuoi ospiti? Ecco alcuni consigli per arredare il living in stile provenzale. Il risultato è garantito!

Come arredare la camera da letto con meno di 1000 euro

Come arredare la camera da letto con meno di 1000 euro

22 novembre 2019

Se hai intenzione, o necessità, di arredare una camera da letto rientrando in un budget limitato, ecco alcune soluzioni per te.

Mobili bagno in stile urban chic: l'eleganza non ha confini

Mobili bagno in stile urban chic: l'eleganza non ha confini

20 giugno 2019

L'arredo bagno non deve solo essere pratico e funzionale, c'è spazio anche per lo stile e l'eleganza. Come? Puntando sullo stile urban chic.

Stile rustrial: l'industrial design incontra il gusto rustico

Stile rustrial: l'industrial design incontra il gusto rustico

9 maggio 2019

Il trend di interior design più cool del 2019? Lo stile rustrial! Scopriamo insieme questo stile di arredamento che unisce rustico e industrial.

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

Bonus mobili 2019: proroga delle detrazioni per arredare casa

10 aprile 2019

La legge di bilancio ha prorogato il bonus mobili anche per il 2019. Vediamo insieme in cosa consiste, quali prodotti rientrano nell'agevolazione e come richiederla.

Articoli Popolari

Rimuovere la muffa dai mobili in legno senza rovinarli

Rimuovere la muffa dai mobili in legno senza rovinarli

5 agosto 2018

Muffa e cattivo odore nei mobili? Vediamo insieme come procedere alla pulizia e alla rimozione della muffa dai tuoi mobili in legno.

Mobili in arte povera e colore delle pareti: come abbinarli

Mobili in arte povera e colore delle pareti: come abbinarli

2 gennaio 2017

La fase di scelta del colore delle pareti non può non dipendere dalla tipologia di mobili da te acquistati, o che intendi acquistare. Ecco alcune soluzioni per abbinarli nel modo migliore.

Pareti divisorie e porte in vetro per cucina e soggiorno

Pareti divisorie e porte in vetro per cucina e soggiorno

11 marzo 2017

Se vivi in una casa con soluzioni open space, puoi creare una divisione tra la cucina e il soggiorno utilizzando pareti divisorie porte in vetro. Vediamo come.

Come pulire le sedie in ecopelle

Come pulire le sedie in ecopelle

12 gennaio 2017

Le sedie in ecopelle sono belle, comode e facili da pulire. Non ci credi? Vediamo insieme come.

Come nascondere i cavi della tv (e non solo)

Come nascondere i cavi della tv (e non solo)

20 marzo 2017

La battaglia contro i cavi della TV sembra impervia e senza speranze, ma non devi arrenderti. Ecco qualche consiglio semplice e pratico per uscirne vittoriosi.